Natura,  News,  Slovenia

Trekking sul monte Slavnik, in Slovenia

Breve guida su come raggiungere la cima dello Slavnik/Taiano

La verde Slovenia è un territorio perfetto per fare trekking, con cime per tutte le tipologie di camminate e sentieri sempre ben segnalati. Iniziamo questa serie di post sul trekking con uno dei monti da cui si ha una delle viste più belle in assoluto: lo Slavnik.

Il monte Slavnik (Taiano o Tajano, in italiano), con i suoi 1028 metri, è il più alto dell’Istria slovena. Dalla cima, infatti, si gode di un panorama a dir poco favoloso con il Golfo di Trieste, le Alpi Carniche e Giulie, le Caravanche e le Alpi di Kamnik, l’Istria croata e le montagne di Gorski Kotar, la valle del Vipava e il monte Nanos. Con un binocolo, pare si vedano anche le Dolomiti Venete come Il Pelmo e il Civetta (le montagne amate da Chiara). Ovviamente dipende molto dal tipo di giornata e dal livello di foschia.

Dove si trova

Lo Slavnik si trova vicino al confine italiano e croato ed è facilmente raggiungibile da Trieste. In cima vi attende l’ambiente accogliente del rifugio Tumova Koča in cui poter bere una birra Laško (o un buon tè) degustando gnocchi alla selvaggina, zuppe calde e ottimi strudel di mele. Il rifugio è dotato anche di una terrazza con vista mozzafiato e di camere per il pernottamento.

Una volta arrivati al rifugio, ricordatevi di raggiungere la vera cima dove troverete La Rosa dei Venti e il timbro di vetta.

Come arrivare in cima allo Slavnik

Esistono principalmente due sentieri per raggiungere la cima, uno più ripido della durata di circa un’ora (sentiero 1) e una camminata più lunga, ma meno ripida, (sentiero 2) molto utilizzata dai ciclisti. Esiste anche un percorso ad anello, ma ora vi spieghiamo tutto nel dettaglio.

Sentiero 1

PARTENZAHrpelje-Kozina (Erpelle-Cosina)

LUNGHEZZA: circa 9+9 km

DISLIVELLO: 500 M

DURATA: 4 ore (ma dipende da quanto siete allenati)

Si attraversa il paese di Kozina e si gira a destra quando si vede il cartello giallo con scritto Slavnik. Se avete voglia di camminare come noi, potete lasciare l’auto nel primo spiazzo alla vostra destra, altrimenti potete percorrere un pezzo di strada sterrata e lasciarla un po’ più avanti. Una volta parcheggiato, ci si incammina lungo la strada forestale (attenzione perché transitano le auto!) che attraversa bellissimi boschi. La pendenza è sempre costante.

Dopo circa un’ora e mezza si può scegliere se continuare sulla strada oppure se incamminarsi lungo il sentiero nel bosco. Noi abbiamo scelto la seconda opzione. Si è quasi arrivati alla cima quando il bosco si apre per lasciare spazio a bellissimi prati.

Sentiero 2

PARTENZA: Podgorje

LUNGHEZZA: circa 5,5+5,5 km

DISLIVELLO: 500 M

DURATA: 2,5 ore (ma dipende da quanto siete allenati)

Si raggiunge il paese di Podgorje, si attraversa e si parcheggia la propria auto nel parcheggio (attenzione: può essere molto affollato nelle belle giornate durante i week end!). Da qui, si gira a destra nel paese e si seguono i cartelli che indicano i due diversi itinerari per raggiungere il monte: il primo della durata di 1h e il secondo della durata di 1,5 h. I due itinerari ad un certo punto si uniscono, quindi scegliete quello che più vi si addice, in base alla vostra voglia di camminare.

Percorso ad anello

PARTENZASkadanščina

DISLIVELLO: 500 m

LUNGHEZZA: 13 km

DURATA: 4,5 ore

Si raggiunge in auto il paese di Skadanščina e ci si incammina verso la cima del valico Mala Vrata. Si seguono le indicazioni in vernice rossa sulle pietre e, raggiunto il valico, si continua verso la parte più ripida del sentiero. Per scendere, si percorre l’altra via così, una volta a valle, basterà seguire lo sterrato fino alla vostra auto.

In Mountain Bike sul Taiano

Solitamente chi decide di salire sul monte in MTB, percorre il sentiero 1 e ci impiega un’ora/un’ora e mezza circa. Se partite da Trieste, vi consigliamo di seguire la ciclopedonale Cottur che inizia nel quartiere di San Giacomo.
Per scendere, invece, potete scegliere tra diversi sentieri: uno verso Materija e uno verso Presnica. Se avete tempo, c’è anche un bel percorso che attraversa una vallata in mezzo alle malghe.

TIPS

  • Controllate in anticipo il tempo metereologico perché la cima è spesso ventosa e nelle giornate di bora può essere impegnativo camminare lungo l’ultimo tratto.
  • Come in tutti i rifugi sloveni, c’è il timbro di vetta da poter applicare al vostro Diario dei Rifugi. Ricordatevi di portare con voi l’inchiostro!
  • Controllate i giorni di apertura del rifugio, solitamente è aperto nei week end e nei giorni festivi, ma sappiate che spesso è molto affollato e potreste dover aspettare un po’ per mangiare.
  • Se trovate qualche inesattezza o volete aggiungere qualcosa al nostro post (specialmente voi amanti della Mountain Bike), scriveteci pure!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *