Eventi

Cinema balcanico e del sud-est europeo “fuori zona”

Guida a 10 film festival e rassegne di cinema balcanico e del sud-est europeo “fuori zona”

Dopo aver seguito il Balkan New/Nordic Film Festival di Stoccolma (io, Dalia, vivo qui ora), abbiamo pensato di creare una piccola guida ai principali film festival e rassegne cinematografiche che presentano pellicole del cinema balcanico e del sud-est europeo valorizzando questi prodotti al di fuori di quella zona geografica. Effettivamente, citando l’articolo uscito su Osservatorio Balcani e Caucaso proprio a febbraio di quest’anno, negli ultimi tempi sembra esserci sempre meno spazio per i film balcanici e del sud-est europeo all’interno dei grandi festival del cinema (Venezia, Cannes e Berlinale per fare qualche esempio), prediligendo altre aree geografiche.

Il lavoro di ricerca, intenso e stimolante, ci ha portate a individuare festival e rassegne estremamente interessanti e degni di attenzione. Inoltre, siamo giunte alla conclusione che, nonostante la presenza di pellicole provenienti dai Balcani e dal sud-est europeo ai grandi film festival sia scarsa, le occasioni in cui poter aver accesso a questa cinematografia “fuori zona” sono molte. Speriamo, dunque, che questa raccolta di 10 film festival e rassegne possa esservi utile e che possa incuriosirvi rivelandovi eventi di cui non eravate a conoscenza.


1. Trieste Film Festival – TSFF (Trieste)

Naturalmente, la nostra selezione inizia con il festival a cui teniamo di più: il Trieste Film Festival.

Il principale appuntamento italiano espressamente dedicato alle cinematografie dell’Europa Centro Orientale nasce da un lungo lavoro di studio e di ricerca sul cinema dell’area svolto a Trieste da appassionate e appassionati cinefili che, durante gli anni ’70 e ‘80, avevano dato vita a numerose rassegne di cinematografie provenienti dai paesi d’oltre cortina. All’epoca, infatti, quella produzione cinematografica, animata da interessanti fermenti, era isolata dall’appartenenza al blocco sovietico e dalla censura dei mercati occidentali. Quei fermenti sono stati percepiti e sentiti in modo particolare a Trieste, città che nella storia e nella cultura di quei paesi riconosceva alcune radici del proprio passato e con cui condivideva il difficile presente di una frontiera strategica e composita.

Attualmente, il festival propone un programma ampio e diversificato, costituito mediamente da un centinaio di titoli provenienti dai paesi dell’Europa centro orientale, con tre concorsi principali: lungometraggi, cortometraggi e documentari.

2. Balkan Film Festival (Roma)

Restando in Italia, si è da poco conclusa la 6a edizione del Balkan Film Festival di Roma promosso dall’associazione Occhio Blu. Il festival, presentando pellicole del cinema balcanico, si pone l’obiettivo di promuovere il dialogo cinematografico tra Italia e Balcani, favorire la collaborazione tra giovani generazioni di cineasti delle due aree e rinforzare i servizi per la realizzazione di progetti comuni, attraverso un processo d’integrazione europea che costituisca fattori propulsivi di sviluppo culturale, nel recupero e rafforzamento della pace tra i popoli.

3. Balkan New/Nordic Film Festival – BaNeFF (Stoccolma)

Spostandoci verso nord, fuori dai confini italiani, non possiamo non citare il film festival che ha ispirato questo articolo: il Balkan New/Nordic Film Festival – BaNeFF di Stoccolma.

BaNeFF è nato nel 2011 come risposta alla selezione piuttosto scarsa di film del cinema balcanico nella penisola scandinava. L’idea originale dei promotori, infatti, era quella di mostrare film che solitamente non possono essere visti in Svezia e nei paesi nordici. Ogni anno a Stoccolma, BaNeFF crea un’opportunità per il pubblico svedese di scoprire nuovi film interessanti dai Balcani. Successivamente, il festival va in tournée in altre città svedesi e norvegesi. L’obiettivo è quello di divulgare e allo stesso tempo aprire nuove opportunità all’interno dell’industria cinematografica e del cinema europeo presentando registi dai Balcani.

4. South East European Film Festival – SEE (Parigi – Berlino – Washington)

Il South East European Film Festival – SEE di Parigi, Berlino e Washington è un festival cinematografico internazionale che coinvolge 15 paesi dell’Europa sudorientale. Le ultime edizioni, compresa quella del 2023, si sono svolte online per il pubblico esclusivo di Parigi (Francia), Berlino (Germania) e Washington (USA).

La prima edizione del Festival SEE a Parigi si è tenuta nel 2011, con la partecipazione e la presenza di numerosi professionisti del cinema della regione e del resto d’Europa. Il festival è stato organizzato e sviluppato negli anni successivi e dal 2015 è stato promosso anche a Berlino. Nel 2016 si è tenuta un’edizione a Ningbo, in Cina, con una selezione di cortometraggi e film d’animazione, conferendo al festival una rilevanza globale. Inoltre, dal 2017, il festival ha stabilito una stretta collaborazione con il Balkan Trafik Festival di Bruxelles.

Il festival SEE intende rappresentare il meglio dell’attuale produzione cinematografica dell’Europa sudorientale e avvicinarla alla sfera culturale del resto d’Europa. Questo festival è un tentativo di superare le differenze e le cicatrici del passato, proponendo una prospettiva europea di integrazione culturale.

5. Central and Eastern European Film Festival – CinEAST (Lussemburgo)

Ogni autunno, dal 2008, viene organizzato il Central and Eastern European Film Festival CinEAST che porta a Lussemburgo opere di registi talentuosi dell’Europa centrale e orientale. Anche in questo caso, l’obiettivo del festival è di selezionare le migliori pellicole della regione fornendo al pubblico lussemburghese la possibilità di conoscere e scoprire i Paesi rappresentati.

Con un centinaio di lungometraggi e cortometraggi provenienti da 18 Paesi, il CinEast vuole offrire uno sguardo attuale e significativo del cinema balcanico e, in generale, dell’Europa centrale e orientale.

6. Balkan Film Week by Traduki (Lipsia)

La Balkan Film Week di Lipsia fa parte del progetto Traduki ed è un’introduzione cinematografica al programma letterario della Fiera del Libro di Lipsia. Traduki è una rete europea che collega l’Europa sudorientale con il mondo di lingua tedesca attraverso la letteratura, le traduzioni, i festival, i workshop e i programmi di residenza per autori e traduttori.

La Settimana del Cinema Balcanico propone film che discutono dei principali temi che caratterizzano la storia recente e non della regione: diversità, appartenenza, confini, origini, famiglia, memoria e, infine, emigrazione e immigrazione. Quest’occasione, dunque, permette al pubblico di addentrarsi in tale complessità e approfondire le diverse questioni.

7. GOEast Film Festival (Wiesbaden)

Il GOEast Film Festival di Wiesbaden ha celebrato la sua edizione inaugurale nell’aprile del 2001. Con la sua ricca programmazione cinematografica, offre ogni anno un’importante sguardo sull’Europa Centrale e Orientale.
Nel corso del festival, GoEast presenta una selezione di pellicole dell’Europa centrale e orientale a Wiesbaden e in altre località della regione del Reno-Meno, in un programma che propone tendenze attuali e rarità storico-cinematografiche. Tra i temi più significativi e frequentemente discussi vi sono l’identità europea e i profondi processi di trasformazione, sia storici che contemporanei, che si verificano nella regione di riferimento del festival, culturalmente e politicamente diversificata.

8. Eastern Neighbours Film Festival – ENFF (L’Aia)

L’Eastern Neighbours Film Festival è nato nei Paesi Bassi nel 2008 con l’idea di offrire al pubblico olandese una panoramica inedita sul cinema balcanico e dell’Europa orientale. Questo evento annuale presenta a l’Aia i film più recenti, emozionanti e stimolanti, provenienti da Paesi con piccole industrie cinematografiche, che nella maggior parte dei casi non possono essere visti nei Paesi Bassi. Il programma cinematografico comprende lungometraggi, documentari, cortometraggi e animazioni, molti dei quali sono anteprime olandesi. Ogni anno il programma cinematografico è accompagnato da numerosi eventi collaterali, pensati per avviare nuove collaborazioni.

9. Al Este – À l’Est Film Festival (Francia, Perù, Colombia e Argentina)

Al Este – À l’Est è un festival cinematografico che si svolge in Francia, Argentina, Colombia e Perù. L’obiettivo principale è quello di diffondere la cultura cinematografica dei Paesi dell’Europa centrale e orientale nel resto d’Europa e in America Latina, permettendo e consolidando l’apertura e il dialogo tra queste due parti del mondo.

Ogni anno, Al Este – À l’Est propone una categoria di lungometraggi in concorso, fiction e documentari, mentre ogni paese base propone una selezione di cortometraggi in concorso.

10. South East European Film – SEEfest (Los Angeles)

Il South East European Film Festival di Los Angeles, fondato nel 2002, è stato uno dei primi film festival con un approccio regionale e trasfrontaliero.

I film presentati sono incentrati su tematiche che raccontano una storia più ampia dell’Europa sudorientale, dove i confini di ogni tipo sono fluidi e porosi. Presentando molteplici punti di vista da questa regione, il festival apre porte delicate di riflessione sull’esistenza umana.

Il festival presenta ogni anno film di fama internazionale, installazioni artistiche, un acceleratore per progetti cinematografici, retrospettive, salotti letterari e altri eventi.


Concludiamo lasciandovi qui sotto il video dell’incontro “Vent’anni di Europa orientale e balcanica al Cinema: cos’è cambiato” che si è svolto nell’ambito di ESTIVAL con Nicoletta Romeo, direttrice artistica Alpe Adria Cinema – Trieste Film Festival e Luisa Chiodi direttrice scientifica, OBC Transeuropa /CCI. Non è un video breve, ma – credeteci – merita la visione e l’ascolto!

Copertina: foto di Rhamely su Unsplash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *