Privacy Policy

Premantura e la penisola di Kamenjak in Istria, Croazia

Consigli e suggerimenti per una vacanza perfetta a Premantura – Kamenjak

Ve lo confessiamo: Premantura e la penisola di Kamenjak, la punta dell’Istria, sono uno dei nostri luoghi preferiti in Croazia! La bellezza di questa zona quasi incontaminata, infatti, ci ha rapite e i suoi colori sono rimasti ben impressi nella nostra mente: il blu profondo dell’acqua, il giallo e il viola dei fiori, il vivo verde della vegetazione.

Punta Kamenjak, raggiungibile da Premantura via strada, è divisa tra la parte superiore, più facilmente accessibile, e quella inferiore. La penisola è lunga 3400 m e larga dai 500 m ai 1600 m ed è formata da oltre 30 baie e 11 isolette. Essa ospita una quantità incredibile di piante e una ricchissima fauna terrestre, ma la vera meraviglia è il mare! Le mille tonalità di blu, infatti, spiccano tra il verde della fauna e il bianco delle rocce.

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

QUANDO ANDARE:

I mesi di luglio e agosto sono affollatissimi, ma spesso si è costretti ad andare in ferie in quel periodo. Se invece si gode di più libertà, vi suggeriamo di andarci a maggio/giugno oppure settembre (quest’anno purtroppo le temperature sono state inferiori alla media). A inizio e fine stagione la temperatura è ideale e le spiagge libere. Anche aprile è un buon mese! Si può andare a camminare o a fare giri in bici e, se il sole scalda, si può azzardare il primo bagno 🙂

ACCESSO AL PARCO:

Il parco è una riserva naturale e, per questa ragione, l’ingresso con i mezzi è a pagamento:

1 giorno – 80 kune per le macchine e 30 kune per le moto

3 giorni – 180 kune per le macchine e e 70 kune per le moto

7 giorni – 420 kune per le macchine e 160 kune per le moto

 Attenzione: non accettano EURO!

Ovviamente l’ingresso a piedi o in bicicletta è gratuito.

All’ingresso del parco è possibile noleggiare le biciclette. Il costo giornaliero è di 120 kune, 80 kune per tre ore.

La notte non è possibile fermarsi all’interno, campeggiare o grigliare. L’ingresso è consentito dalle 8 alle 21 e tutte le auto devono uscire entro le 22 (le targhe vengono registrate quindi è impossibile fare i furbetti).

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

COME ARRIVARCI:

Bus: arrivare sino alla stazione degli autobus di Pola che si trova proprio in centro città. Da qui prendere l’autobus n.26 o 28 che proseguono fino a Premantura. Questi autobus passano con una frequenza di 5 /15 minuti e la corsa dura dai 30 ai 35 minuti.

Auto (da TRIESTE): dopo aver attraversato la Slovenia (qui la strada da seguire per non pagare il bollino autostradale), entrare in territorio croato, prendere l’autostrada A8 o A9 in direzione Pola – Medulin – Pomer – Premantura (è facilissimo!) e prendere l’uscita Medulin – Pomer – Premantura ( NON Pola).

COSA VEDERE:

La natura è favolosa! All’interno esistono diversi percorsi e sentieri (tra i quali un percorso didattico e il sentiero dei dinosauri) che attraversano i principali punti panoramici. Passeggiando, le uniche strutture architettoniche che troverete sono il faro di Porer, classico esempio di architettura austro-ungarica, i piccoli chioschi bar e nulla più.

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

 

LE SPIAGGE:

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

Sono tante e diverse: di ciottoli, di sabbia, con gli scogli, a lastroni…insomma, è impossibile elencarle tutte! Quelle facilmente  accessibili ai bambini sono poche e, come immaginerete, in alta stagione sono molto gettonate. Il nostro consiglio è quello di cercare quella più adatta a voi: esplorate e non accontentatevi di un solo posto!

Accorgimento: se da un lato della penisola la giornata sembra ventosa, non è detto lo sia anche dall’altra parte…

KIT INDISPENSABILE del BAGNANTE in ESTATE:

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia
Kit indispensabile per Premantura
  • scarpette da scoglio
  • scarpe comodo per i sentieri più ripidi
  • acqua in abbondanza (le spiagge più belle sono distanti dai luoghi di ristoro)
  • cappello e crema solare (se vi adagiate sugli scogli bianchi a strapiombo sul mare, il rischio insolazione è alto)

Attenzione:  il tempo può cambiare molto velocemente.

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia
Il sole splende alto
premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia
Nuvole prima del diluvio. Soltanto un’ora dopo

DOVE MANGIARE:

Interno parco:

  • Safari Bar è un locale molto caratteristico, costruito in paglia più di vent’anni fa da un tedesco (così si narra!). È un locale unico nel suo genere, imperdibile se non ci siete mai stati. Si possono mangiare cevapcici, olive e alici sorseggiando una buona limonata o una sangria. Facilmente raggiungibile, basta seguire i cartelli in legno.
  • Farm si trova circa a metà penisola ed è una fattoria con animali e piccoli campi coltivati. Un simpatico agriturismo in cui mangiare carne o pesce fresco (chiedete qual è il pescato del giorno) e controllate i prezzi.

In paese:

I locali tipici sono tanti, ma noi vi consigliamo la Konoba Ancora in cui troverete cibo di ottima qualità e un ambiente curato e caratteristico. Se volete spendere un pochino meno, un’opzione più spartana è la Trattoria Stellina .

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

TIPS:

  • le spiagge sono accessibili ai cani
  • nei mesi primaverili il Parco potrebbe essere chiuso a causa di esercitazioni militari. L’esercito, infatti, ha diritto a utilizzare il Parco e, in cambio, si occupa dei lavori di manutenzione alle strade (o almeno questo è quello che ci è stato raccontato!)
  • il sabato sera, in alta stagione, c’è un locale che organizza aperitivi con musica e si balla in spiaggia
  • in Croazia il nudismo è un’usanza diffusa, quindi non sconvolgetevi nel vedere uomini o donne senza costumi!

E voi siete mai stati a Premantura? Avete altri consigli? Noi, anche se ci andiamo da anni, continuiamo a scoprire luoghi nuovi e incantevoli!

premantura lovingbalkans nature kamenjak mare croazia

Photo Credit: Chiara Soban.

Ultimo aggiornamento: giugno 2018

 

Rispondi